Oriolo calabro, cosa vedere: dove si trova, la storia e i luoghi da scoprire
Nella fascia ionica calabrese sorge Oriolo, un borgo di rara bellezza che domina dall’alto dei suoi 450 metri di quota, offrendo un panorama mozzafiato della Calabria. Si tratta di una vera e propria perla annoverata tra i Borghi più Belli d’Italia, onore conferitole anche dalla Bandiera Arancione del Touring Club Italiano per il suo fascino senza tempo.

Cosa vedere a Oriolo, un gioiello del Medioevo nell’Alto Jonio Cosentino

Passeggiare nel suo centro storico è come sfogliare le pagine di un libro antico. Ogni pietra racconta una storia, come quella dell’imponente Castello Medievale dei Pignone del Carretto, un tempo fortezza e oggi custode silente dei segreti del borgo. Vicino, sorge la Chiesa di San Giorgio, un gioiello architettonico, e poco distante, la piccola Chiesa di San Rocco. E poi, il Palazzo Giannettasio, un edificio che con il suo Museo della Civiltà Contadina, racchiude l’essenza della vita rurale di un tempo.Oriolo, spettacolare Borgo d’Italia, non è solo storia e bellezza architettonica, è anche un invito a scoprire i tesori nascosti della Calabria, come il Castello di Roseto Capo Spulico, che affascina con la sua posizione a strapiombo sulla spiaggia. Qui si possono scoprire angoli di paradiso che solo chi vive questi luoghi conosce veramente. Vediamo quali sono le tappe obbligate! 

Il castello di Oriolo

Il bellissimo castello di Oriolo è stato rimesso a nuovo e ci riporta indietro nel tempo con le sue torri e il grande mastio che sembra vigilare sulla storia e le usanze di Oriolo. All’interno del Palazzo Giannattasio, c’è il Salone delle Feste, una stanza dove sembra che il tempo si sia fermato. Questo grazie al bellissimo soffitto dipinto che mostra la storia di San Giorgio che combatte il drago, simboleggiando la lotta senza fine tra il bene e il male.

Il centro storico di Oriolo

Il centro storico di Oriolo è un intreccio di piccole strade dove si trovano molte case antiche e signorili, come se fosse una mostra d’arte all’aperto. Arte e storia si mescolano in edifici che hanno resistito al tempo, offrendo una vista rara e ben conservata del periodo medievale.

Delizie gastronomiche di Oriolo

Non si può parlare di Oriolo senza menzionare le sue eccellenze gastronomiche, come i tarallibiscotti salati e friabili dal profumo inebriante di finocchietto selvatico. Sono la testimonianza di come, anche attraverso i sapori, la tradizione di questo luogo sia rimasta intatta e autentica. Da non perdere anche le festività di Oriolo, un tuffo nella tradizione e nella comunità. Il 22 aprile, il borgo si anima per la festa patronale di San Giorgio, seguita da quella di San Francesco di Paola il 24, con una fiera che riporta tutti indietro nei secoli, grazie alle rievocazioni in costume d’epoca.

Borgo Calabria: perché visitare Oriolo

Visita Oriolo e lasciati catturare dal suo incanto medievale, dai palazzi nobiliari che disegnano il cammino verso il castello aragonese, dalla natura che incornicia il borgo, creando un’armonia perfetta tra uomo e ambiente. Ad Oriolo il passato incontra il presente in un dialogo senza tempo.